Il giorno delle Primarie del PD

0

Sabino Zinni: “Buon voto!”

«“Che vinca Zingaretti o Martina o Giachetti, il Pd non pensi che la storia riparte per tornare al com’eravamo, no. (…)

Il mio insignificante parere è che oggi sia inutile attardarsi all’inseguimento del vecchio modello di partito. Bisogna tornare nelle piazze a farsi vedere e sentire. Il sindaco Sala a Milano continua a organizzare giornate con i cittadini che cercano un’alternativa allo sfascio. Centinaia di migliaia di uomini e donne che si incontrano e discutono. Non comizi, no. Parole d’ordine e silenzio, non di maggioranze silenziose, ma di presenze in carne ed ossa che dicono sì al futuro, ma non a quello autarchico e chiuso al mondo.

Ecco, penso che chiunque vinca, Zingaretti è favorito, debba ripartire dalle piazze milanesi e napoletane e baresi …Senza giochi di un Palazzo che è vicino al crollo”».

Scrive Sabino Zinni: «Faccio mie le parole dell’amico Antonio Del Giudice per sottolineare cosa dovrebbe rappresentare il voto interno al Centrosinistra di oggi. Auguri di buon voto, per chi voterà».

Il PD simbolo di resistenza

LASCIA UN RISPOSTA