La Puglia al Salone del Libro di Torino

0

Dopo l’inaugurazione della 31edizione con l’omaggio ad Aldo Moro dell’attore Fabrizio Gifuni, la giornata di giovedì 10 maggio prevede un ulteriore ricordo dello statista salentino a 40 dalla sua morte

 La Regione Puglia, gli editori e gli autori pugliesi ancora protagonisti al Salone internazionale del Libro di Torino. Dopo l’inaugurazione della 31edizione con l’omaggio ad Aldo Moro dell’attore Fabrizio Gifuni, la giornata di giovedì 10 maggio, che prevede un ulteriore ricordo dello statista salentino nel quarantennale della scomparsa, si apre (ore 10.30, Spazio Eventi) con un altro evento della Regione Puglia intitolato «Raccontare il Sud». L’assessore all’Industria Turistica e Culturale, Loredana Capone, incontra il critico letterario, teatrale e cinematografico Goffredo Fofi per parlare di libri e biblioteche nel Mezzogiorno d’Italia e presentare l’esperienza di Community Library, progetto da 120 milioni di euro per la più grande infrastrutturazione culturale del territorio che vede coinvolti 123 presidi bibliotecari per la costruzione di una nuova cittadinanza solidale e che al Lingotto viene rappresentata anche con l’installazione «Library in motion» di Dario Curatolo.
Previsto anche un evento del Consiglio Regionale della Puglia (ore 12.30, Sala Avorio), con la presentazione del libro – il primo della collana editoriale che da quest’anno caratterizzerà la produzione dell’ente di via Capruzzi – «L’acquedotto “pubblico” pugliese nel servizio idrico integrato. Riflessioni storico-giuridiche» edito da Cacucci: volume che le autrici Domenica Gattulli e Paola Silvestri presentano con il vice presidente del Consiglio Regionale, Giuseppe Longo, e con Vito Antonio Leuzzi e Gianni Luchena in un incontro coordinato da Anna Vita Perrone, dirigente presso la Sezione Biblioteca e comunicazione istituzionale del Consiglio Regionale della Puglia.
Altro appuntamento a cura della Regione Puglia (ore 15.30, Sala Editoria) è con il «Festival delle donne e dei saperi di genere», manifestazione svoltasi di recente tra Bari e Matera e dedicata ai temi del contemporaneo, letti in un’ottica femminista e di genere e in una prospettiva inclusiva e di contrasto a ogni discriminazione. L’incontro al Lingotto coinvolge diverse altre istituzioni, tra cui l’Università degli Studi Aldo Moro, la Fondazione Apulia Film Commission e il Corecom e prevede gli interventi di Aldo Patruno (direttore del Dipartimento turismo, economia della cultura e valorizzazione del territorio della Regione Puglia), Irene Dionisio (Direttrice del Lovers Film Festival – Torino Lgtbqi Visions), del politico e storico Gian Giacomo Migone (fondatore de L’indice dei Libri del Mese) e del filosofo Paolo Ponzio (direttore del Dipartimento Studi Umanistici dell’Università di Bari).
Al Salone del libro un importante spazio curato dalla Regione Puglia sarà riservato ai rapporti Puglia-Albania con un incontro istituzionale nel Padiglione 2 (ore 16) finalizzato a tirare le somme sullo stato della traduzione della letteratura albanese in Italia, mentre nel Salone Off (ore 20.30), con «Albanian Storytelling» cinque giovani autori albanesi, Saimir Muzhaka, Manjola Nasi, Eris Rusi, Elona Çuliq e Belfjore Qose, vincitori del Concorso di Scrittura per i Giovani promosso e sostenuto dal Ministero della Cultura dell’Albania nel 2017, si presentano al pubblico del Lingotto con le loro storie e la loro scrittura accompagnati dall’editrice Arlinda Dudaj e da Ledia Mirakaj, rappresentante del Ministero presso l’Ambasciata italiana.
L’altro omaggio alla figura dell’ex segretario della Democrazia Cristiana, del quale ricorre il quarantennale della scomparsa, s’intitola con un punto di domanda «Aldo Moro, fine di un mistero?» e chiama a raccolta i giornalisti, storici e intellettuali Maria Antonietta Calabrò, Andra Colombo, Marco Damilano, Giovanni Fasanella, Giuseppe Fioroni e Miguel Gotor per interrogarsi sui punti oscuri e ancora da chiarire sul rapimento e l’assassinio del grande statista pugliese.
Molti altre le iniziative previste giovedì 10 maggio nello stand allestito dalla Regione Puglia dove sono presenti ventiquattro editori pugliesi, con focus ancora su Aldo Moro e le presentazioni dei libri di Rossella Caso «Donne di “carta”» edito da Progedit  e di Carmen Rucci «Domizia va in Giappone» edito da Favia.

La presenza della Regione Puglia alla 31edizione del Salone internazionale del Libro di Torino è organizzata da Assessorato alle Industrie Turistiche e Culturali della Regione Puglia, Sezione Economia della Cultura e Teatro Pubblico Pugliese.

Fonte: Regione Puglia

LASCIA UN RISPOSTA