Sabino Zinni: «Il Comune si avvalga del fondo di rotazione per salvare le Cooperative e gli altri creditori»

0

Uno spiraglio per le esangui casse comunali: nella speranza che Giorgino & C. non facciano per l’ennesima volta l’orecchio del mercante

«Il Comune di Andria – dichiara il cons. regionale Sabino Zinni – ha una possibilità di riuscire a pagare parte dei suoi debiti e salvare alcune fette di economia cittadina a rischio.

Lo fa notare questa mattina Antonio Griner (Assessore al bilancio nella giunta Zaccaro). La possibilità viene grazie a un’anticipazione a valere sul fondo di rotazione che il Comune potrebbe chiedere.

Se lo facesse, Andria, si ritroverebbe circa 12 o 13 milioni di euro immediatamente disponibili da usare ovviamente per pagare chi avanza un sacco di soldi da parte dell’Amministrazione, e per questo rischia di chiudere.

Fra chi rischia di chiudere ci sono tutte quelle Cooperative Sociali che, sommando i crediti, avanzano circa 3 milioni di euro dal Comune e che potrebbero in tempi brevissimi tirare un sospiro di sollievo, evitando di licenziare dipendenti e di cessare servizi vitali per le fasce più deboli della città.

Prego davvero i responsabili politici e gli uffici tecnici di Palazzo di Città, di non farsi scappare tale occasione».

Leggi anche Griner: «Una buona notizia per i creditori del Comune di Andria»

LASCIA UN RISPOSTA