“Sindaco Giorgino basta!”

0

Oggi, lunedì 6 marzo, incontro aperto delle liste ‘Emiliano’ e ‘Progetto Andria’, per fare il punto sui problemi irrisolti della città di Andria

Disastro finanziario delle casse comunali, cantieri fermi, opere pubbliche incompiute e abbandonate, servizi ai cittadini inesistenti, imprenditoria ed edilizia bloccate, dipendenti comunali nel caos organizzativo. Ad un anno e mezzo dall’insediamento della seconda giunta Giorgino è possibile dare un giudizio ponderato su quanto fatto nel tempo trascorso: la gestione fin qui esercitata dagli amministratori in carica è stata totalmente rovinosa per l’intera città.

Solo per citare l’esempio più vicino in ordine di tempo, si pensi al carnevale. Qualcuno ad Andria si è accorto che c’è stato carnevale? Negli anni passati sarebbe stato impossibile non rendersene conto. Grandi e colorate sfilate per le vie del centro, centinaia di persone coinvolte, associazioni al lavoro per mesi per assicurare lo spettacolo più bello. Oggi tutt’al più una sbrigativa manifestazione nel Chiostro di San Francesco.

La nostra opposizione, i cittadini lo sanno bene, non è mai stata un’opposizione sterile e distruttiva. Da che ci è stato affidato il compito in consiglio comunale, abbiamo sempre valutato le situazioni riguardanti la città caso per caso. Abbiamo appoggiato provvedimenti ritenuti vantaggiosi per Andria, se pur presentati dalla maggioranza, e abbiamo avversato gli altri, senza fare sconti. Più volte, con atteggiamento propositivo, abbiamo richiamato la giunta alle proprie responsabilità, più volte abbiamo indicato terreni comuni su cui collaborare fruttuosamente: tutto inutile.

Il Sindaco Giorgino, alle prese con le cariche più svariate, ed evidentemente con la testa e le orecchie altrove, ha preferito rimanere insensibile a qualsiasi sollecitazione, continuando a tirare a dritto per la sua strada. Anzi continuando a tirare storto, facendo sbandare l’intera città insieme a lui, con l’idea magari, a breve termine, di abbandonarla fuori strada.

Questo non possiamo permetterlo! Lo stesso senso di responsabilità che in questi mesi ci ha spinto ad un atteggiamento severo ma costruttivo, oggi ci suggerisce che così non si può più andare avanti. Oggi, lunedì 6, alle 19:30, presso Materiaprima, in C.so Cavour 150, discuteremo assieme a tutta la cittadinanza dello stato delle cose. Dal confronto con le donne e gli uomini di questa città, come sempre siamo abituati a fare, troveremo le forze e la direzione per inchiodare Giorgino alle proprie responsabilità. È una cosa che dobbiamo alla nostra città e a noi stessi.

Tutti sono invitati. La vostra partecipazione sarà la nostra forza.  manifesto-giorgino

 

LASCIA UN RISPOSTA