#WEAREGAZZETTA

0

La storia testata rischia di chiudere: entro il 27 dicembre, prenota due copie, se vuoi contribuire a salvarla

«Immagino – scrive il cons. regionale Sabino Zinni – che stamattina abbiate preso il vostro caffè al bar e abbiate dato un’occhiata alla Gazzetta, come del resto quasi tutte le mattine. È normale, per noi pugliesi la Gazzetta fa parte della quotidianità.

Probabilmente però questa cosa che facevano i nostri padri e i nostri nonni, e tutti i pugliesi da 130 anni a questa parte, non potremo più farla, perché la Gazzetta rischia di chiudere.

La società proprietaria della testata infatti è sottoposta a un provvedimento di sequestro-confisca da parte del Tribunale di Catania. L’amministrazione giudiziaria che è subentrata non può attingere alla leva finanziaria concessa a qualunque impresa. Ecco che il destino del giornale è incerto più che mai.

Per essere d’aiuto è stato chiesto di prenotare entro il 27 dicembre due copie della Gazzetta del 29 dicembre. È un modo per difendere la testata storica più antica di questa nostra terra e la salute democratica dei nostri territori.

Noi andriesi potremmo farlo anche in ricordo di Michele Palumbo che di certo lo avrebbe voluto. #wearegazzetta – la Gazzetta siamo noi!».

LASCIA UN RISPOSTA