Zinni: “I grillini amano la provocazione? Io non ci sto”

0

«Centellinerò le mie uscite pubbliche sull’argomento e rimango invece a disposizione per qualunque chiarimento, per chiunque lo volesse, in forma privata. Per mail, per telefono o de visu. Ho sempre fatto politica così, in altro modo non la so fare».

Chiaro, forte e pacato ad un tempo, secondo il suo ben riconoscibile stile, il comunicato del consigliere regionale Sabino Zinni, a fronte di attacchi ad personam degli esponenti locali cinquestelle sulla questione della nuova discarica che NON si farà ad Andria:

«Sono 3 giorni che mi prendo insulti gratuiti dai 5 Stelle sulla questione discarica. 3 giorni in cui non ho fatto altro che ripetere quanto c’è scritto nella delibera di giunta rimarcando quanto fosse inopportuno parlare di “nuova discarica ad Andria”.

Stamattina per senso del dovere, e nonostante non ne avessi nessuna voglia, ho partecipato a un dibattito su Telesveva con Giorgino e Grazia Di Bari. Un dibattito che da subito ha preso una piega bruttissima: una gara a chi urlava e insultava di più e nel quale ho provato a introdurre qualche elemento di realtà. Non è stato facile restare calmi, ma credo di avercela fatta, per quanto mi è stato possibile.

Oggi pomeriggio un altro video di D’Ambrosio. Il solito pastone di ovvietà, allarmismo, occhiolini alle associazioni, minacce, insulti, il tutto detto con il piglio di uno che ha iniziato a fare politica ieri, come se non sedesse in parlamento da 6 anni, di cui uno al governo.

Io così non ci sto. Se la questione discarica deve diventare pretesto per i più svariati posizionamenti politici, a discapito della chiarezza che meritano i cittadini in presenza di temi tanto delicati, io prendo un’altra strada. Centellinerò le mie uscite pubbliche sull’argomento e rimango invece a disposizione per qualunque chiarimento, per chiunque lo volesse, in forma privata. Per mail, per telefono o de visu.

Ho sempre fatto politica così, in altro modo non la so fare».

LASCIA UN RISPOSTA