2 agosto: Bologna nei cuori

0

Sabino Zinni: «La strage della stazione di Bologna, con 85 morti e 200 feriti, è considerato il crimine peggiore della storia italiana. Un crimine che ferì l’Italia, lasciando un taglio mai più del tutto rimarginato»

«La stazione era sventrata. Le sirene ululavano. Militari e volontari, fianco a fianco con le mascherine al naso, scavavano le macerie in cerca di un segno di vita. Qualcuno piangeva, i più moltiplicavano gli sforzi per rimandare l’appuntamento con la rabbia e lo sgomento. Arrivarono le troupe televisive. Una folla di parenti angosciati assiepava i binari. Circolava una parola maledetta e rivelatrice: strage. Le lancette del grande orologio del piazzale Ovest erano ferme sulle 10 e 25. L’ora in cui il cuore dell’Italia aveva preso a sanguinare»

(Giancarlo De Cataldo)

 

LASCIA UN RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here