Andria, dalla “Dante Alighieri” un esempio di cittadinanza attiva

0

Il consigliere regionale Sabino Zinni: «Le energie di una comunità attiva e attenta ci salveranno»

«Richieste di manutenzione inascoltate, vicini che buttano la spazzatura nei cancelli della scuola e, a un certo punto, alunni e docenti che dicono basta!».

Sono parole del consigliere regionale Sabino Zinni, che aggiunge:

«Contando sul bando “Prendiamocene cura”, sull’impegno dei volontari di Ret’Attiva e del Mo.V.I, i ragazzi della scuola Vittorio Emanuele III, plesso Dante Alighieri, chiamano a raccolta qualche genitore, si fanno portare a scuola le cassette della frutta in legno per riciclarle, ripuliscono a fondo il giardino, ridipingono con colori vivaci l’anfiteatro in muratura, studiano e creano schede per le piantine che costituiranno l’arredo di questo spazio didattico, si preoccupano perfino di realizzare una cassettina per i gatti randagi che ha adottato la scuola e che vigilano su di essa. Il risultato è nelle foto sotto.

Una bella storia di attivismo civico che viene da Andria e che arriva proprio mentre in città si vive il generale fermento portato dal Festival della Disperazione che si svolge in questi giorni.

Ne sono sempre più convinto: le energie di una comunità attiva e attenta ci salveranno».

LASCIA UN RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here