Giorgino, mettici la faccia!

0

In ginocchio le cooperative sociali creditrici nei confronti del Comune di Andria

Ecco quello che sta succedendo ad Andria con le cooperative sociali.

Immaginate che voi abbiate fatto un lavoro per qualcun altro pattuendo un compenso di 1000 euro. Questo compenso sono passati 3 anni e non vi è mai stato dato.

Oggi quello a cui avete fatto il lavoro viene da voi e vi dice che se volete vi dà 800 euro, 400 subito e gli altri 400 a rate in 5 anni. Però dovete firmare che rinunciate a interessi, commissioni, penali, rivalutazioni.

Inoltre questo che vi deve i soldi conclude dicendo che se non accettate poi può solo andare peggio: non più 200 euro in meno ma magari 500, non più 5 anni di rate, ma chissà quanti.

Ad Andria quello che deve i soldi è il Comune, chi deve averli sono le cooperative sociali. E a queste cooperative quei soldi servono non per andare in vacanza, ma per pagare gli stipendi ai dipendenti e tirare avanti.

“Ci hanno chiesto continuamente sacrifici in questi anni ed ora ancora altri sconti. Una situazione di disastro che non vede ancora nessun responsabile e che invece fa pagare alle fasce più deboli” ha commentato don Geremia Acri, responsabile di una di queste cooperative.

Io sono d’accordo con lui: la cosa più scandalosa in tutto questo è che Giorgino e la sua ex maggioranza adesso facciano finta di non saperne niente. Vanno in TV a fare gli splendidi proiettati verso la loro futura carriera politica, come se non siano loro la causa di queste lacrime che la città sta versando.

Allora avrei una proposta: GIORGINO METTICI LA FACCIA!

La scorsa settimana si è presentato in un collegio docenti a spiegare ai professori che i progetti di quella scuola sarebbero andati avanti, la stessa cosa può fare adesso. Presentarsi davanti alle cooperative e spiegare come mai ora si ritrovano messe davanti a questo ricatto.

LASCIA UN RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here