La democrazia si pratica, non si insegna

0

A proposito di un post di Lucia Annunziata…

A fronte del giustizialismo imperante, il consigliere regionale Sabino Zinni precisa:

«Visto come sta reagendo l’opinione pubblica, sento il dovere di riprendere l’ultimo post di Lucia Annunziata riguardante l’arresto di Marcello De Vito e l’indagine a carico di Daniele Frongia, entrambi del Movimento 5 Stelle.

«Il Movimento 5 Stelle è nel mezzo del peggiore momento della sua vita politica con alcuni dei suoi membri più rilevanti a Roma accusati di corruzione. Spero che tutta l’opinione pubblica democratica che in questi anni ha criticato i pentastellati per i loro toni da “mozzaorecchie” sappia in questo momento scegliere di non essere a sua volta “mozzaorecchie”, godendo dei guai dei 5 Stelle”».

Continua il consigliere Zinni: «È una questione di garantismo (e se poi i due esponenti dovessero risultare innocenti?), ma anche di rispetto per le persone coinvolte.

Non che i 5 Stelle non si meritino adesso la gogna, loro hanno sempre fatto questo e altro, ma bisogna resistere alla tentazione. I princìpi si osservano anche, e soprattutto, quando sono scomodi da osservare. E quelli sui cui si fonda lo Stato di diritto vanno onorati sempre.

La scommessa di tutti deve essere quella di restare uomini, senza tramutarsi né in iene, né in sciacalli.

“La democrazia non si predica e non si insegna: si pratica” dice l’Annunziata, ed io sono d’accordo con lei».

LASCIA UN RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here