Manduria: il bene e il male…

0

Amara la riflessione del consigliere regionale Sabino Zinni:

«Sono giorni che provo a capire di più di questa vicenda, a darmi una spiegazione, ma obiettivamente spiegazione non c’è. Ragazzi minorenni di buona famiglia che per ingannare il tempo decidono di perseguitare una persona fragile di 66 anni.

Quale spiegazione può esserci di fronte a un fatto del genere? E ogni giorno che passa emergono particolari sempre più inquietanti. L’uomo non mangiava da una settimana per paura di uscire di casa, i ragazzi avevano una chat per scambiarsi i video delle torture, gli aggressori avevano portato via a quell’uomo anche i ricordi della mamma morta.

Anche la madre di uno dei ragazzi arrestati non se ne capacita. Però forse proprio dalle sue parole viene la considerazione più sensata: “È evidente che io non sono stata capace di fargli capire che cos’è il bene e che cos’è il male. Se uno me lo racconta daccapo tutto quello che è successo, io ancora non ci credo”.

Qualunque cosa aspetti quei ragazzi adesso, spero serva a una cosa sola: ad insegnare che cosa sia il bene e che cosa sia il male, e far loro capire che quello che hanno fatto non ha scusanti, è stato il male».

LASCIA UN RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here