Sabino Zinni, dopo la caduta di Giorgino: «Non c’è molto da festeggiare…»

0

«Ci sarà da ricostruire sulle macerie, ma gli Andriesi ce la faranno!»

A poche ore dalla mancata approvazione del bilancio e la conseguente caduta di Giorgino e della sua amministrazione, le parole del consigliere regionale Sabino Zinni sono laconiche quanto aperte alla speranza:

«Lo sprofondare di Andria sì è fermato stanotte alle 02:20: non si sono trovati i numeri per votare il bilancio e l’amministrazione Giorgino è caduta!

Non c’è molto da festeggiare perché Andria al momento è un campo di battaglia: 70 milioni di debiti, cooperative non pagate, tariffe al massimo, strade dissestate, strutture chiuse o mai terminate. Almeno però i responsabili di tutto questo dovranno togliere il disturbo.

Ci sarà da ricostruire sulle macerie, non sarà affatto facile, ma sono convinto che gli andriesi ce la faranno. Se c’è una dote che abbiamo è quella di sapere uscircene dalle situazioni difficili. Ce l’abbiamo sempre fatta e ce la faremo di nuovo.

Rimbocchiamoci le maniche e ognuno faccia la sua parte. Adesso è finito il tempo delle polemiche e inizia quello della ricostruzione: la nostra città ne ha un immenso bisogno».

LASCIA UN RISPOSTA

Please enter your comment!
Please enter your name here